• x
Sconto:
Spedizione:
Pagamento:
IVA:
Il tuo carrello è vuoto.
Come usare vibratore

Torna alla
galleria articoli

Come usare un vibratore

sabato 23 giugno 2018 di
Claudio

Cosa bisogna sapere prima di acquistare ed usare un sextoy? Come si usa un Vibratore?

Immagino che molti abbiano sentito solo parlare del vibratore. Magari questo ha instillato la curiosità di volerne acquistare uno. Ma più spesso di quanto si possa credere ci si chiede: come si usa un vibratore?

Ecco la necessità di dare qualche nozione di base sull’ utilizzo di un vibratore.

La prima cosa da capire è che tipo di sextoy si vuole acquistare, ovvero a quale scopo? Che modello di vibratore voglio? Che zona voglio stimolare? Vagina, Citoride, Capezzoli, Testicoli?
Sorpassato il primo step vi posso indicare che ormai esiste un vibratore per ogni genere di utilizzo e scopo.
Perciò è necessario navigare in un sexyshop on line tra i vari reparti per individuare quale sia la voce che ci interessa.
Vi faccio un esempio. Io sono un uomo e mi piace particolarmente stimolare la clitoride della mia compagna. Perciò mi piacerebbe acquistare un vibratore per la clitoride. Ecco che cercherò un Sextoy per la clitoride. E così via…
Per esempio, solo tra i vibratori più semplici, posso trovare molte differenze di utilizzo. Ecco che il primo che salta in mente, per lo più agli uomini, è un vibratore con forma fallica. Perché è quello più simile ad un pene maschile. Ma quello che le donne vorrebbero acquistare la prima volta è in verità il Vibratore Rabbit. Chiamato così per la forma di coniglio che di solito ha lo stimolatore clitorideo, parte caratteristica di questi modelli.

Ma veniamo all’ utilizzo del vibratore. Finalmente l’ho acquistato! Adesso cosa faccio per farlo funzionare?

Prima di tutto aprire la confezione del prodotto senza togliere la protezione sigillata dove si trova il sextoy. Questo perché se apriamo le protezioni, ma poi il vibratore non ci piace, il negozio non potrà più riconoscerci il diritto di recesso. Perciò prima di togliere blister e sigilli igienici vari, assicuriamoci che il modello sia quello ordinato per forma e dimensione.
Controlliamo che sulla scatola ci sia il marchio di certificazione europea CE. Deve esserci sempre sui dispositivi con parti elettroniche.
In genere all’interno della scatola troviamo un foglietto di istruzioni, semplice. Leggiamolo sempre. Anche se l’ uso del vibratore ci può apparire semplice.
Se il nostro vibratore funziona con le pile facciamo molta attenzione ad alcune cose fondamentali:

-          Usiamo sempre pile NUOVE. I vibratori hanno bisogno di un ottimo spunto per partire la prima volta.

-          Usiamo esattamente il tipo di pile indicato sulla scatola: AA, AAA, ecc.

-          Usiamo la quantità di pile necessaria e posizioniamola nella polarità corretta che è sempre indicata all’interno del dispositivo.

Una volta inserite le pile avviare subito il vibratore per vedere se la vibrazione  parte in modo corretto e se i programmi funzionano come descritto.
In genere il vibratore ha uno o più pulsantini per la regolazione della vibrazione o dei vari programmi. Prendiamo confidenza con i comandi del vibratore per fare in modo che al momento dell’utilizzo sappiamo esattamente cosa fare per darci il meglio di se!

Alcuni vibratori invece, specie di ultima generazione, hanno le batterie al litio ricaricabili, come quelle di uno smartphone, per intenderci. In questo caso la prima cosa da fare è provare ad accendere il sextoy. Questo perché alcuni produttori caricano le batterie già in fabbrica, quindi il vibratore è pronto al primo utilizzo. Altri invece viaggiano scarichi e dovremo fare noi la prima ricarica.
Seguire le istruzioni di ricarica. Ma le regole sempre buone sono:
1. Se il viratore arriva carico, usarlo fino a che non si scarica del tutto e poi procedere ad una nuova ricarica completa.
2. Se il vibratore arriva scarico, procedere alla prima ricarica completa seguendo le istruzioni.
Di solito, ma non sempre, troveremo un led che ci indica la fine carica.

Adesso che abbiamo capito come farlo funzionare, vediamo di capire come si usa il vibratore.

Premesso che si tratta di un gioco e di un piacere del tutto soggettivo, ognuno è libero di farne l’uso che preferisce. Ma alcune regole sono fondamentali per poter godere pienamente del nostro giocattolo erotico.
Prima di tutto igienizzate il vibratore. Usate acqua e sapone liquido neutro. Fate attenzione, se il prodotto non è waterproof, a non bagnare le parti elettroniche ed il vano batterie. Poi usate lo spray igienizzante. Adesso il sextoy è pronto.
Io vi consiglio di usare sempre un po’ di lubrificante intimo. Sia se tratta di un vibratore vaginale, sia di un vibratore anale, o di altri generi.
La scelta del lubrificante, fatela bene e lasciatevi consigliare dal sexy shop.
Questo perché vibratore e lubrificante “devono andare d’accordo”, per fare in modo che il vostro sextoy non si danneggi.

Seguite una regola molto semplice: se il vibratore è in silicone (ed io vi consiglio questo materiale sempre per il vostro sextoy, perché è il più tollerabile), usate solo lubrificanti intimi a base di acqua. Questo perché un lubrificante a base di silicone, che ha un potere di lubrificazione migliore ed è sempre ottimo come qualità, ha di negativo che potrebbe danneggiare il materiale del vostro vibratore di silicone. Quindi non vale la pena rischiare di rovinare un così bel giocattolo per una scelta errata nel lubrificante.
Se invece il vostro vibratore è prodotto con un altro materiale che non sia siliconico, usate il lubrificante intimo che preferite. Quelli in commercio sono sempre ottimi e funzionali. Se ne avete voglia leggete queste poche righe dove vi aiuto a scegliere un lubrificante intimo.

Se il vostro vibratore è disegnato per la penetrazione, perchè non tutti nascono a questo scopo, io vi consiglio di fare una prova di tollerabilità. Tutti i materiali sono ben tollerati, ma magari al vostro corpo qualcuno non piace proprio. Allora usatelo poco la prima volta e vedete l’effetto che fa! Vedrete che tutto è ok. Dopo di che andateci pure giù duro!
Accendete il vibratore prima della penetrazione e penetrate con il sextoy già in funzione ed in modo lento. Questo perché la vibrazione, aiuterà la vagina a rilassarsi e dilatarsi lentamente. Così, sarete pronte a godere a pieno di tutte le velocità ed i programmi che il  vostro giocattolo possiede.
Se il vostro acquisto è stato un vibratore anale, allora procedete in modo ancora più lento. Lasciate che lo sfintere si rilassi prima di affondare. Ricordate che l’ano è naturalmente progettato per espellere e non per ricevere, anche se la penetrazione è piacevole sia per l’uomo che per la donna.
Se il vibratore è per uso esterno, come ad esempio un vibratore per clitoride, oppure è un sextoy che succhia, non ci sono particolari precauzioni da usare. Godetene appieno e soprattutto sperimentate il piacere.

Quando avrete finito di usare il vibratore, ricordatevi che è necessario igienizzarlo al meglio, prima di metterlo nel cassetto. Lavatelo con acqua tiepida e sapone liquido. Va benissimo il sapone intimo. Sciacquatelo benissimo e poi asciugatelo a perfezione. L’umidità infatti fa proliferare i batteri. Poi mettete il vibratore nella sua scatola, oppure in un sacchettino di stoffa per sextoy. Ed infine nel posto migliore: un cassetto asciutto.

Se il vostro vibratore vi ha soddisfatto, correte a comprarne un altro.
Se non vi ha soddisfatto, contattate Sexyfollie e fatevi consigliare…

Baci
Claudio

Hai bisogno di aiuto?

Il nostro servizio di assistenza clienti è disponibile
dal lunedì al venerdi 08.30 - 12.30 e 14.30 - 17.30